Menu
CALENDARIO ARCI SOLIDARIETA'CIRCOLICOMITATOCULTURAFESTIVAL RESISTENTEFORMAZIONEIMMIGRAZIONEINFANZIAINIZIATIVE INTERNAZIONALILA RETE DEI PAASLIBERALINK UTILIPARCO DI PIETRASERVIZIO CIVILESOCIALETURISMO












AL VIA I NUOVI CAMPI DI LAVORO

Saranno 166 i ragazzi e le ragazze che dal 17 giugno la loro esperienza nei campi di lavoro, organizzati da Arci e Libera, nelle terre siciliane confiscate alla mafia.

La risposta positiva che i ragazzi hanno dato testimonia l'interesse, l'entusiasmo e il coinvolgimento che questa iniziativa ha suscitato nel 2005.

"I campi di lavoro dello scorso anno hanno creato legami forti con il territorio siciliano e ne hanno valorizzato le risorse" dichiara Vanna Van Straten, Portavoce di Libera in Toscana, "credo fermamente che sia necessario valorizzare questi rapporti di scambio, creare momenti di studio e di incontro avvicinando situazioni socio-economiche tra loro diverse, ed in particolare affrontare insieme lo studio e l'approfondimento di grandi tematiche come l'educazione alla pace ed alla legalita', che sono da sempre obiettivi primari dell'Associazione Libera. Per questi motivi, nel progetto dei campi di lavoro sono state previste sessioni di studio sull'analisi del fenomeno mafioso, per dimostrare come la mafia costituisca un freno allo sviluppo economico, e sul ruolo della societa' civile".

Vincenzo Striano, Presidente Arci Toscana, conclude affermando che "quest'anno ancor piu' dell'anno scorso si profila un grande successo la partecipazione di ragazzi e ragazze toscani all'iniziativa dei Campi in Sicilia. Vale la pena sottolinearlo perche' queste energie civili raramente vengono intercettate dalla politica tradizionale, eppure rappresentano una risorsa straordinaria per il rinnovamento dei valori della nostra societa'. Valorizzare queste forme di partecipazione e' del resto il compito di un'associazione come l'Arci".

Scarica la scheda informativa

Per info:
www.regione.toscana.it/cld/

Aggiornato 19/06/2006 @ 10 00 | LIBERA


Commenti disabilitati.
 
Cerca