Menu
CALENDARIO ARCI SOLIDARIETA'CIRCOLICOMITATOCULTURAFESTIVAL RESISTENTEFORMAZIONEIMMIGRAZIONEINFANZIAINIZIATIVE INTERNAZIONALILA RETE DEI PAASLIBERALINK UTILIPARCO DI PIETRASERVIZIO CIVILESOCIALETURISMO












TAGLIO DEL NASTRO PER IL FESTIVAL RESISTENTE

Taglio del nastro, sabato 21 aprile, per la IX edizione del Festival Resistente che, per la prima volta, si svolge nel Centro Storico della città di Grosseto dove per cinque giorni si potrà assistere a spettacoli teatrali, concerti, dibattiti, mostre per celebrare la festa della Liberazione.

La manifestazione, organizzata dall’Associazione Arci Festival Resistente e dal Comune di Grosseto, viene inaugurata con la Mostra “Resistenza Resistenze” alle ore 17.00 al Cassero Mediceo dove rimarrà in esposizione fino al 3 maggio.
Organizzata dall’ISGREC, è costituita da 41 tele ed è il risultato di un concorso europeo promosso dall’Istituto Piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea che aveva come tema la realizzazione di un manifesto sull’attualità dei valori della Resistenza a partire da una riflessione sul significato di questi valori, su cosa oggi essi possano effettivamente rappresentare per i giovani di differenti paesi.
All’inaugurazione parteciperanno Lucia Matergi e Simone Ferretti, per il Comune di Grosseto, Luciana Rocchi dell’Isgrec ed alcuni rappresentanti dell’ANPI.

Aperitivo-concerto a partire dalle ore 19.00 con i “Têtes de bois”, un collettivo “informale” che ama esibirsi in spazi non convenzionali e che ha costruito la propria formula musicale con parole e suoni catturati nei luoghi della quotidianità.
Vincitori del premio Tenco nel 2002, hanno accompagnato spesso Daniele Silvestri nelle sue esibizioni ed hanno partecipato recentemente al festival di Sanremo accompagnando Paolo Rossi nella canzone “In Italia si sta male” di Rino Gaetano. Il loro ultimo disco “Avanti Pop”, filo conduttore dell’esibizione prevista per il Festival Resistente, è un documento di viaggio ancora in corso. Un disco nato sulle tracce delle fabbriche, dei call center, dei campi di pomodori, dall’esperienza reale di un progetto di indagine e testimonianza artistica nel mondo di chi lavora.

Il Festival Resistente prosegue fino al 25 aprile in altri luoghi “simbolo” della città di Grosseto riempiendo di contenuti il centro storico cittadino per ricordare e far riflettere sui valori della Festa di Liberazione.

Per questo la manifestazione ha ricevuto l'Alto patronato del Presidente della Repubblica che riconosce come “ …Tramandare la memoria di quei tragici eventi, anche attraverso un proficuo scambio fra generazioni diverse, significa trasmettere, soprattutto ai giovani una preziosa eredità spirituale, un patrimonio di valori di Democrazia e libertà sui quali è fondata la nostra Repubblica”.

Il Festival Resistente si avvale del patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Grosseto e del sostegno dell’Isgrec (Istituto storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea) e dell’Anpi (Associazione nazionale partigiani italiani). L’iniziativa è realizzata anche grazie al contributo di Unipol Assicurazioni, Cgil, Camping Il Sole, Unicoop Tirreno e Chimenti distribuzione.

Aggiornato 21/04/2007 @ 10 00 | FESTIVAL RESISTENTE


Commenti disabilitati.
 
Cerca